L’iniziativa Study in Sicily si riferisce ai cittadini dei seguenti Stati:

  • Giordania
  • Marocco
  • Tunisia
  • Algeria

In particolare, per partecipare all’iniziativa Study in Sicily e iscriverti presso un istituto di istruzione superiore, devi aver compiuto 17 anni di età e essere:

  • uno studente che abbia concluso il ciclo di studi di scuola secondaria superiore e voglia iscriversi presso un istituto di istruzione superiore italiano (università/ITS/AFAM)
  • uno studente in corso di studi presso un istituto di istruzione superiore nel proprio Paese che vuole proseguire il percorso accademico presso un istituto di istruzione superiore italiano (università/ITS/AFAM)
  • uno studente che abbia concluso il I (Bachelor) o il II (Master) ciclo di studi di istruzione superiore nel proprio Paese e voglia iscriversi al ciclo successivo (II o III – Master o Phd) in Italia
  • uno studente che voglia partecipare a una esperienza di mobilità internazionale Erasmus a fini di studio per un periodo che può variare tra i 3 e i 12 mesi
  • uno studente che voglia frequentare un corso di specializzazione presso un istituto di istruzione superiore italiano

 

Universitaly è il riferimento più aggiornato e sicuro cui far riferimento per ogni informazione. Intanto, di seguito, trovi ricapitolate alcune informazioni chiare e importanti per accedere a corsi di livello Bachelor e Master. Bachelor degree Qui trovi indicati i titoli di studio esteri validi per l’accesso ai corsi di Bachelor (I ciclo) presso il sistema di istruzione superiore italiano: 1. Titoli conseguiti al termine di un periodo scolastico di almeno 12 anni Questi titoli sono validi per l’accesso ai corsi di laurea triennali (Bachelor) ed ai corsi di laurea specialistica a ciclo unico (Master? Devo verificare, dubbio) presso le Università italiane purché lo siano anche presso le Università del Paese al cui ordinamento si riferiscono. Nel computo dei dodici anni va considerato, ove ricorra, l’anno prescolare a condizione che: – la frequenza di tale anno sia obbligatoria e parte integrante del curriculum; – il programma preveda l’insegnamento della lettura e della scrittura della lingua materna e i primi elementi del calcolo aritmetico; – tale anno si collochi non prima del compimento del sesto anno di età. 2. Titoli conseguiti al termine di un periodo scolastico inferiore ai 12 anni E’ necessario presentare, oltre al diploma originale degli studi secondari, anche la certificazione accademica attestante il superamento di tutti gli esami previsti: – per il primo anno di studi universitari, nel caso di sistema scolastico locale di undici anni; -per i primi due anni accademici, nel caso di sistema scolastico locale di dieci anni. Tale certificazione accademica complementare a titoli di scuola secondaria conseguiti con meno di dodici anni di scolarità, in Italia consente solo l’immatricolazione al primo anno accademico e non una iscrizione con abbreviazione del corso. Nota bene: Il titolo finale di studi post-secondari conseguito in un Istituto superiore non universitario può essere accettato quale titolo integrativo del percorso scolastico inferiore ai 12 anni. Master degree Qui trovi indicati i titoli di studio esteri validi per l’ammissione a corsi di studio di secondo ai corsi di Master (II ciclo) presso il sistema di istruzione superiore italiano. L’ammissione degli studenti italiani o internazionali in possesso di titoli esteri ai corsi di studio di 2° ciclo è decisa autonomamente dalle singole istituzioni di istruzione superiore (IS). Laddove rientri in uno dei casi sottoriportati, soddisfi i requisiti generali previsti in Italia per l’accesso a corsi di studio di Master (II ciclo):
  • hai già conseguito un titolo Bachelor (I ciclo) presso un’università straniera o un’istituzione superiore di livello universitario;
  • il tuo titolo di Bachelor ti dà diritto di accedere ai corsi di livello successivo nel sistema di istruzione superiore del Paese che lo ha rilasciato;
  • possiedi anche un titolo di scuola secondaria conseguito al termine di 12 anni di scolarità globale.
Consulta l’elenco dei corsi di studio per trovare quello che fa per te e leggi le modalità di ammissione stabilite da ogni ateneo siciliano sulla pagina web dedicata al corso.
Le procedure e le scadenze possono essere diverse per ogni corso e per ogni istituto: è bene quindi verificare con particolare attenzione le indicazioni fornite dall’istituto di istruzione superiore siciliano che si è prescelto.
I bandi di ammissione sono di norma pubblicati da febbraio a luglio di ogni anno.
Le lezioni iniziano a settembre/ottobre di ogni anno.
L’elenco dei corsi offerti per ciascun anno accademico è di norma pubblicato nel mese di febbraio.
Ricorda che se non hai la cittadinanza di un Paese dell’Unione Europea e risiedi fuori dall’Italia dovrai preiscriverti tramite la competente Ambasciata d’Italia o il Consolato nei mesi di aprile/maggio antecedente l’anno di partecipazione al corso prescelto. 

Ogni anno accademico le istituzioni italiane di istruzione superiore stabiliscono il numero totale di posti disponibili in ciascuno dei propri corsi di studio all’interno dei tre cicli del sistema.
Alcuni dei posti disponibili in ciascun corso di studio sono riservati ai cittadini internazionali di nazionalità non-Ue che risiedono all’estero; i posti riservati costituiscono il cosiddetto
contingente o quote.

A determinate condizioni, l’iscrizione a un certo corso di studi può aver luogo al di fuori delle quote, come nel caso di Study in Sicily.

Affinché la tua richiesta di studio presso una istituzione siciliana venga esaminata e accettata dovrai comunque inoltrare una pre-iscrizione.

Per finalizzare la pre-iscrizione a corsi di studio di primo ciclo (bachelor) dovrai:

  • selezionare un solo corso di studio fra quelli di livello Bachelor;

  • compilare il modulo di pre-iscrizione (modulo per università / modulo per AFAM NB gli ITS ad oggi non sono contemplati: come funzionano? forse afferiscono a una delle due categorie tra univ e afam? verificare);

  • preparare tutti i documenti da allegare al modulo di pre-iscrizione e cioè:
    – titolo finale legalizzato
     di scuola secondaria conseguito all’estero (dopo minimo 12 anni di scolarità complessiva, elementare e secondaria);

    N.B. Cosa vuol dire titolo legalizzato?

    La legislazione di alcuni Paesi prevede che tutti i documenti ufficiali, inclusi quelli che attestano il possesso di titoli di studio, debbano essere legalizzati allo scopo di garantirne l’autenticità.
    Se questa norma è in vigore anche nel Paese dove hai conseguito il tuo titolo da utilizzare in Italia, devi rivolgerti all’autorità competente per farti legalizzare il documento che attesta il titolo stesso.

    La legalizzazione dovrà essere effettuata prima che tu chieda alla competente Rappresentanza diplomatica italiana di emettere sul tuo titolo la Dichiarazione di Valore in Loco.
    Se invece il Paese in cui hai conseguito il tuo titolo ha aderito alla
    Convenzione dell’Aja, devi farti apporre sul titolo stesso la cosiddetta Postilla dell’Aja (Aja Apostille). Il timbro con la Postilla deve essere posto sul documento prima di chiedere alla competente autorità diplomatica italiana di emettere sul titolo stesso la Dichiarazione di Valore in Loco..

Dichiarazione di Valore emessa dalla competente Rappresentanza diplomatica italiana all’estero

        N.B. Che cos’è la Dichiarazione di Valore?

     Come è previsto dalla prassi internazionale in materia di riconoscimento-titoli, le università       italiane verificano:

  • lo stato giuridico dell’istituzione che ha rilasciato un dato titolo straniero;

  • se il titolo stesso è autentico;

  • se appartiene al sistema educativo nazionale del Paese che lo ha rilasciato;

  • i diritti accademici e/o professionali che il titolo conferisce nel Paese di riferimento.

    Per poter procedere a tali verifiche, occorrono fonti e strumenti informativi adeguati; fra quelli disponibili, le istituzioni italiane ricorrono alla cosiddetta Dichiarazione di Valore, in quanto emessa da autorità italiane presenti nei Paesi in cui i titoli sono stati rilasciati.

    Il compito di redigere la Dichiarazione di Valore è infatti assegnato alle competenti Rappresentanze Diplomatiche italiane all’estero; in particolare, secondo le più recenti disposizioni (2007), tale compito è riservato esclusivamente alle Ambasciate e ai Consolati (e perciò non delegabile agli Istituti Italiani di Cultura).

  • La Dichiarazione di Valore è un documento ufficiale, scritto in lingua italiana, che descrive sinteticamente un dato titolo di studio conferito a una determinata persona da un’istituzione appartenente a un sistema educativo diverso da quello italiano. E’ un documento di natura esclusivamente informativa, e quindi non costituisce di per sè alcuna forma di riconoscimento del titolo in questione; generalmente fornisce le informazioni qui elencate, utili per la successiva valutazione del titolo da parte delle autorità italiane competenti per le varie modalità di riconoscimento legale dei titoli esteri:

  • stato giuridico e natura dell’istituzione rilasciante;

  • requisiti di accesso al corso di studio conclusosi con quel titolo;

  • durata legale del corso di studio e/o impegno globale richiesto allo studente in crediti o in ore;

  • valore del titolo nel sistema/Paese che lo ha rilasciato, ai fini accademici e/o professionali.

    Se ancora non sei in possesso della Dichiarazione di Valore sul tuo titolo di studio secondario o di istruzione superiore, devi farne domanda alla Rappresentanza Diplomatica competente per territorio, allegando i seguenti documenti:

  • titolo estero in originale;

  • traduzione legale in italiano del titolo stesso.

    Le Rappresentanze diplomatiche italiane rilasciano la Dichiarazione di Valore utilizzando moduli differenti a seconda del tipo di corso e di istituzione a cui sono interessati i singoli candidati:

  • Iscrizione a un’università:

    • Modello E: se il candidato è interessato a un corso di livello Bachelor o a un corso di livello Master in medicina, odontoiatria e altre laurea a ciclo unico nell’ordinamento italiano

    • Modello L: se il candidato è interessato a un corso di livello Master ma in campi disciplinari diversi da in medicina, odontoiatria e altre laurea a ciclo unico nell’ordinamento italiano

  • Iscrizione a un’istituzione Afam:

    • Modello E bis: se il candidato è interessato a un corso di Bachelor

    • Modello L bis: se il candidato è interessato a un corso di Master

Ricorda!

  • Nel caso che il titolo di studio sia stato rilasciato da un Paese la cui legislazione ne prevede la legalizzazione, le Rappresentanze diplomatiche italiane emettono la Dichiarazione di Valore solo dopo che il titolo è stato legalizzato da parte dell’autorità competente di quel Paese

  • Prima di emettere una Dichiarazione di Valore, le rappresentanze diplomatiche italiane di norma controllano l’autenticità del titolo in questione

  • La Dichiarazione di Valore è utile a facilitare sia il riconoscimento, accademico o professionale, dei titoli di studio che l’inserimento nel mercato del lavoro (per es. quando si vuole lavorare in un settore privato evitando le procedure dell’equipollenza).

Dovrai allegare:

  1. Due fotografie formato tessera, di cui una autenticata dalla Rappresentanza diplomatica italiana all’estero competente per territorio.

  2. Traduzione legale in italiano dei documenti scritti in lingua straniera.

  3. Se lo possiedi, certificato o diploma o altro documento che attesti la tua conoscenza della lingua italiana

N.B. Traduzioni Legali
Le traduzioni da una lingua straniera all’italiano si definiscono “legali” o “ufficiali” quando:

  • sono effettuate dai traduttori giurati (cioè quei professionisti che prestano giuramento in tribunale di aver rispettato fedelmente il testo originale). Tali traduzioni, comunemente dette giurate, hanno un costo professionale che generalmente varia a seconda delle lingue e della difficoltà del testo da tradurre.
    In Italia sono disponibili elenchi con i nomi di traduttori giurati presso i tribunali civili.

  • sono eseguite da terzi, cioè da traduttori non professionisti e, successivamente, avallate e legalizzate quindi dichiarate conformi al testo originale dalla competente Rappresentanza Diplomatica italiana all’estero;

  • provvedere alla consegna della tua documentazione, quindi modulo di pre-iscrizione e documenti allegati, alla competente Rappresentanza Diplomatica italiana all’estero.

Qui trovi il link alla pagina ufficiale dove sono elencate tutte le ambasciate e i consolati negli stati target di SiS:

Rappresentanza Diplomatica italiana all’estero

I bandi di ammissione sono generalmente pubblicati da febbraio a luglio di ogni anno accademico.
Le lezioni iniziano a settembre/ottobre di ogni anno accademico.

L’iscrizione degli studenti alle istituzioni di istruzione superiore è subordinata al pagamento delle tasse.

Le università richiedono il pagamento di:

  • una tassa di iscrizione, per la frequenza di un determinato corso di studi. L’importo è calcolato sulla base della condizione economica e patrimoniale del nucleo familiare del singolo studente.

Le modalità di pagamento e le scadenze sono definite in modo autonomo da ciascun ateneo.

Quanto all’ammontare delle tasse e dei contributi, esso varia da un istituto all’altro e a seconda del corso prescelto.
I corsi del settore scientifico presso gli atenei sono generalmente più costosi in quanto prevedono anche l’uso dei laboratori.
Anche l’iscrizione ai corsi di Master universitario e quelli di specializzazione prevede il pagamento di tasse piuttosto elevate.

Alcune categorie di studenti sono esonerate dal pagamento delle tasse e dei contributi; tale è il caso, per esempio, dei vincitori di borsa di studio e di quanti dimostrano condizioni di reddito particolarmente disagiate.

Gli studenti internazionali hanno diritto alle stesse forme di assistenza economica previste per gli studenti italiani.

In Sicilia, il servizio di sostegno agli studenti, è gestito dall’ERSU, Ente regionale per il Diritto allo Studio Universitario.

L’ERSU è volto ad assicurare che anche agli studenti in condizioni economiche disagiate abbiano la possibilità di acquisire titoli di studio di istruzione superiore.

Inoltre l’ERSU si occupa di altri servizi quali posti alloggio, buoni-pasto, borse di studio, prestiti, esonero dalle tasse, orientamento e tutorato; servizi sportivi, trasporto pubblico.

Per dedicare la giusta attenzione alle varie esigenze degli studenti, l’ERSU ha sede presso ogni istituto di istruzione superiore in Sicilia.

Per conoscere le condizioni alle quale poter accedere al sostegno economico devi pertanto riferirti all’istituto che hai prescelto per i tuoi studi.

N.B.: anche il Ministero degli esteri italiani mette a disposizione borse di studio per studenti internazionali.
Puoi approfondire le opportunità accedendo a questo sito:
https://studyinitaly.esteri.it/it/node/30

 I cittadini extra-UE devono necessariamente fare richiesta di un visto d’ingresso al Consolato italiano competente nel proprio paese d’origine.

E’ importante contattare la competente ambasciata o consolato con largo anticipo per conoscere nel dettaglio la documentazione richiesta e per fissare se necessario un appuntamento.

https://vistoperitalia.esteri.it/home/it

Per studiare in Italia è necessario essere in possesso di una copertura sanitaria. Al momento dell’iscrizione presso l’istituto di istruzione superiore e ai fini dell’ottenimento di un permesso di soggiorno, sarà necessario presentare la documentazione che attesti il possesso della copertura sanitaria (anche una ricevuta di pagamento attestante l’assicurazione è valevole).

È importante assicurare la propria copertura sanitaria prima dell’arrivo in Italia.

Nota bene: il permesso di soggiorno avrà la stessa validità temporale dell’assicurazione sanitaria e viceversa (il permesso di soggiorno ha una validità massima di 12 mesi).

Gli studenti cittadini non-UE hanno la possibilità di scegliere tra tre diverse alternative per ottenere una copertura sanitaria, come di seguito indicato:

– Registrarsi presso il Servizio Sanitario Nazionale (SSN)

La registrazione al SSN può essere effettuata attraverso la trasmissione della domanda all’Autorità Sanitaria Locale (ASL) competente per l’area di residenza/domicilio.

I documenti che saranno richiesti per la registrazione dei cittadini non-UE sono i seguenti:

  • Permesso di soggiorno/Ricevuta della domanda rilasciata dal Comune/Autocertificazione

  • Documento d’identità/Passaporto in corso di validità

  • Codice fiscale

  • Pagamento tramite bollettino postale di 149,77€ sul c/c n. 370007

  • Certificato di iscrizione in un’università legalmente riconosciuta o Autocertificazione

La registrazione ha validità per tutto l’anno solare in corso (1 gennaio – 31 dicembre).
Gli studenti che presentano domanda d’iscrizione a settembre devono munirsi preventivamente di un’assicurazione sanitaria – valida per 12 mesi – ai fini dell’ottenimento del permesso di soggiorno valido per la stessa durata. La registrazione al Servizio Sanitario Nazionale potrà avvenire quindi successivamente.

– Sottoscrivere una polizza assicurativa privata all’estero

È possibile dotarsi di un’assicurazione sanitaria privata nel proprio paese d’origine prima della partenza. È sempre consigliabile che l’assicurazione venga validata dall’Ambasciata italiana di riferimento e che venga tradotta in italiano o in inglese.

Esistono accordi di assistenza medico-sanitaria tra l’Italia e alcuni Stati di cittadinanza che danno diritto a ricevere prestazioni gratuite da parte del Servizio Sanitario Nazionale.

– Sottoscrivere una polizza assicurativa privata in Italia

È infine possibile dotarsi di un’assicurazione sanitaria privata al proprio arrivo in Italia.

Qui trovi i contatti degli Uffici Relazioni Internazionali degli istituti di istruzione superiore siciliani che partecipano al progetto.

Puoi rivolgerti a questi servizi per qualsiasi dubbio!

– Catania
Università degli Studi di Catania
Maria Luisa Leotta
Ufficio Relazioni Internazionali
Piazza Università, 16 – 1° piano, Catania
095 7307017
mlleotta@unict.it

Messina
Conservatorio di Messina, Info Point:
ufficiodidattica@consme.it
+39 090/6510291 (dal lunedì al venerdì in orario antimeridiano)

Palermo
Università degli Studi di Palermo, Ufficio Orientamento e Accoglienza Stranieri
https://www.unipa.it/mobilita/en/
internationalstudents@unipa.it
Master of Arts in International Relations – LM 52 – International relations: sara.rigazio@unipa.it

– Palermo
Accademia di Belle Arti, Ufficio Erasmus
Prof. Luca Pulvirenti
Head of International Relations and Erasmus Mobility
ufficio-erasmus@accademiadipalermo.it

Segreteria studenti
segreteria@accademiadipalermo.it

Via Papireto,1
90134 Palermo
Tel. +39(0)91580876 – fax +39(0)91583746

Facebook: https://www.facebook.com/accademiadipalermo/#

 

 

Ben arrivata/o!

La prima cosa che ti suggeriamo di fare è di recarti al Welcome Office dell’istituto di istruzione superiore presso il quale ti sei iscritto.

Presso i welcome office potrai trovare tutto il supporto necessario a inserirti nel tessuto accademico e sociale della città siciliana che ti ospita.

Ricordati che entro 8 giorni dall’arrivo in Italia dovrai presentare la domanda di permesso di soggiorno.

Il codice fiscale (CF) è un codice alfanumerico di 16 cifre rilasciato gratuitamente dall’Agenzia delle entrate italiana.
Il CF serve ad identificare cittadini italiani e stranieri residenti sul territorio italiano nel momento in cui si interfacciano con Amministrazioni locali o uffici pubblici.
La richiesta del CF può essere effettuata presso qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate.

È necessario possedere un proprio Codice Fiscale al fine di:

– iscriversi presso un istituto di istruzione superiore italiano;

– aprire un conto corrente bancario;

– firmare qualsiasi tipo di contratto (locazione, linea telefonica, internet, ecc.);

– registrarsi presso il Servizio Sanitario Nazionale (SSN).

Ricorda che dovrai recarti personalmente presso l’Ufficio delle Entrate per richiedere il Codice Fiscale perché dovrai presentare un documento di identità (ID o passaporto) e compilare un modulo per l’emissione del codice fiscale stesso.

Importante: potrebbe essere richiesto di mostrare il vostro permesso di soggiorno.

L’alloggio è uno degli aspetti più importanti e delicati quando si arriva in un Paese di accoglienza. Presso il tuo istituto siciliano troverai tutto il supporto necessario a individuare la soluzione abitativa più adatta alle tue esigenze.

Ricorda che puoi avviare la ricerca dell’alloggio anche prima di raggiungere l’Italia. Gli istituti infatti mettono a disposizione una banca dati online, con molte soluzioni abitative da loro vagliate nel mercato privato.

Per la ricerca dell’alloggio puoi inoltre chiedere supporto alle associazioni studentesche.

Ti ricordiamo che il conto corrente italiano deve presentare le seguenti caratteristiche:

  • Codice IBAN (International Banking Code Number) conosciuto anche come Clabe o Aba, a seconda del paese di provenienza: è un codice alfanumerico che identifica il Conto Corrente.
  • BIC (Bank Identifier Code)/SWIFT, necessario per poter trasferire denaro in tutto il mondo.


Molti istituti di istruzione superiore hanno una sede bancaria all’interno del proprio Campus alla quale ti puoi rivolgere per informazioni.
Potrai verificare inoltre che molti istituti bancari presentano soluzioni agevolate per studenti.
Se hai necessità di supporto chiedi al Welcome Office del tuo istituto o alle associazioni studentesche della tua città di accoglienza.

L’Italia ha un sistema sanitario pubblico chiamato Servizio Sanitario Nazionale (SSN), suddiviso in Aziende Sanitarie Locali (ASL).

Qui trovi l’elenco delle ASL Sicilia.
Gli studenti internazionali possono richiedere l’iscrizione volontaria al Servizio Sanitario Nazionale e scegliere il proprio Medico di medicina generale.

In tal caso dovrai versare un contributo forfettario annuale valido per anno solare (sino al 31 dicembre).

In alternativa puoi scegliere di stipulare una polizza sanitaria privata pari alla durata del corso di studi cui sei iscritto.
Se scegli questa opzione, ricorda che la polizza dovrà essere corredata di un certificato di conformità alla legge italiana firmato dalla compagnia di assicurazione che esula così dall’iscrizione al SSN e dalla relativa scelta del medico di base.

Una volta iscritto presso un istituto di istruzione superiore sicilaino hai diritto a fruire di tutti i servizi messi a disposizione dei tuoi colleghi studenti italiani.
Tra questi c’è sicuramente un patrimonio culturale di approfondimento importantissimo e strategico per l’avanzamento dei tuoi studi: la rete delle biblioteche universitarie e della Regione Siciliana.

Oltre alla rete delle biblioteche potrai accedere alla rete dei laboratori, al servizio di WiFi gratuito attivo nei campus, alle mense universitarie, alla rete di infrastrutture sportive…Molti istituti offrono anche un supporto psicologico agli studenti.
Verifica tutti i servizi offerti dall’istituto di istruzione superiore siciliano che hai scelto per il tuo corso di studi.

Gli istituti di istruzione superiore siciliani mettono a disposizione dei corsi di lingua e cultura italiana per gli studenti internazionali che partecipano a Study in Sicily. 

L’apprendimento di una nuova lingua è una competenza aggiuntiva che potrai trarre dalla tua esperienza nell’ambito del progetto Study in Sicily.

L’apprendimento della lingua italiana ti risulterà inoltre utile a favorire la tua integrazione nel tessuto sociale, sportivo, culturale, economico della città di accoglienza.

Ci farà piacere girare con te piccole clip video che raccontano i tuoi progressi e i tuoi successi in questo percorso di apprendimento linguistico.
Contattaci a parloitaliano@sis.it per organizzare un breve shooting insieme da mandare ai tuoi vecchi e nuovi amici, in Italia e nel tuo Paese di residenza.

A questo link ti offriamo una risorsa con i termini più comuni utilizzati nel quotidiano, frasi utili a muoverti in città (dal supermercato al cinema..) e modi di dire in siciliano.

Le associazioni studentesche rappresentano un valore aggiunto unico e imprescindibile al tuo percorso di integrazione nell’ambito di Study in Sicily.
Studenti locali, con trascorse esperienze in ambito internazionale, si mettono a disposizione per offrirti un supporto in tutti gli ambiti della vita studentesca. Che si tratti di corsi universitari, di vita sociale e culturale o di ricerca di una soluzione abitativa, le associazioni studentesche sono disponibili ad accoglierti e ad aiutarti.

Qui trovi l’elenco e i contatti per ogni città attiva in Study in Sicily.

 

– Catania
Università degli Studi di Catania

Buddy tutoring
Erika Magnano
Foreign Students Office,
Via Santa Maria del Rosario, 9, 1° piano
0957307296
e.magnano@unict.it

 

Messina
ESN

http://www.esn-messina.it
messina@esn.it
Via Consolato del Mare 41, 98122, Messina, Italy

 

Palermo
Università degli Studi di Palermo
Sicily Foreign Students
https://www.unipa.it/amministrazione/direzionegenerale/serviziospecialeperladidatticaeglistudenti/u.o.iniziativeculturalisociali/associazioni-studentesche/
Master of Arts in International Relations – LM 52: students representative (guarda la M.A. web page)
https://www.linkedin.com/company/56443704/admin/

https://www.facebook.com/studentistranieri/
studentistranierisicilia@gmail.com

Palermo
Accademia di Belle Arti

Consulta studentesca ABAPA
https://www.facebook.com/consultabapa/
consulta@abapa.education

 

 

 

 

 

  • 112: è il numero unico europeo in caso di emergenza. Per qualsiasi tipo di emergenza o necessità di soccorso è possibile utilizzare questo numero. Le chiamate confluiscono in una centrale unica di risposta per venire poi smistate da un operatore all’ente competente, tra cui:
  • Carabinieri: polizia giudiziaria e militare, da contattare per assistenza in caso di crimini – numero di contatto: 112
  • Polizia di Stato – numero di contatto: 113
  • Vigili del Fuoco – numero di contatto: 115
  • Ambulanza e Soccorso d’emergenza – numero di contatto: 118

Grazie agli accordi stipulati tra gli istituti di istruzione superiore che aderiscono al Progetto Study in Sicily nei vari Paesi coinvolti, tutti gli esami che sosterrai e supererai durante il tuo soggiorno di studio in Sicilia saranno convalidati.

In tal modo, una volta rientrato nel tuo Paese di appartenenza potrai proseguire e concludere il tuo percorso di studi senza interruzioni o difficoltà ma, anzi, avendo acquisito nuove competenze e nuove reti sociali e professionali!

Le procedure di riconoscimento dei titoli e delle qualifiche italiane all’estero con la relativa documentazione richiesta per ottenere tale riconoscimento dipendono dalle regole e dalla legislazione specifica del paese dove si richiederà il riconoscimento del titolo italiano eventualmente conseguito.

Ogni paese ha uffici specifici preposti all’esame della domanda per il riconoscimento del titolo di studio.

La documentazione da presentare è definita dall’autorità estera competente. Per questo si dovrà verificare:
– a quale ufficio inoltrare la domanda;

– quali documenti sono necessari;

– la procedura di riconoscimento più adeguata.

Può essere sicuramente utile contattare la rappresentanza diplomatica in Italia del paese dove si intende ottenere il riconoscimento del titolo al fine di verificare la specifica legislazione nazionale e l’ente estero di riferimento preposto per tali procedure.

Il Sistema Europeo per l’Accumulazione e ed il Trasferimento dei Crediti (ECTS) è nato nel 1989 in ambito comunitario ed è stato volontariamente adottato da numerose istituzioni europee per agevolare il riconoscimento dei periodi di studio all’estero.

Convenzionalmente, i crediti ECTS esprimono il volume di apprendimento basato sui risultati di apprendimento definiti ed il carico di lavoro ad esso associato. I risultati di apprendimento descrivono quanto gli studenti dovrebbero conoscere, comprendere ed essere in grado di fare dopo aver concluso con successo un processo di apprendimento. Il carico di lavoro indica il tempo di cui gli studenti avranno prevedibilmente bisogno per svolgere tutte le attività di apprendimento (lezioni, seminari, esercitazioni, progetti, studio individuale, preparazione e svolgimento degli esami, ecc.) richieste per il raggiungimento dei risultati di apprendimento attesi.
Tenendo presente quanto sopra, 25 ore di carico di lavoro dello studente corrispondono a 1 ECTS.

Se il sistema di istruzione superiore del tuo Paese di provenienza non adotta il sistema ECTS, il lavoro da te svolto in Sicilia, si potrà comunque parametrare sulla base del carico di lavoro sostenuto, valutando quindi 25 ore di carico di lavoro per ciascun credito ECTS.
Puoi rivolgerti all’ufficio relazioni internazionali dell’istituto ospitante in Sicilia per qualsiasi dubbio!

 

Se vuoi approfondire:

Se il contratto di locazione che hai stipulato corrisponde al tuo periodo di permanenza in Sicilia, non ci sono problemi: il contratto termina alla scadenza concordata.
E’ buona norma sentire il locatore prima dello scadere del contratto.

Per qualsiasi dubbio confrontati con le associazioni studentesche o col l’ufficio relazioni internazionali dell’Istituto di istruzione superiore siciliano ospitante.

Se sei intestario delle utenze del tuo alloggio (acqua, luce, gas, corrente, internet…) dovrai contattare il gestore per comunicare la tua volontà di interrompere il servizio e seguire le indicazioni che ti verranno date per procedere in tal senso.

Puoi certamente contattare le associazioni studentesche o l’ufficio relazioni internazionali dell’istituto ospitante per ricevere il supporto di cui necessiti.

La tua esperienza può diventare virale e aiutare tantissimi tuoi colleghi a fruire delle possibilità offerte dal Programma Study in Sicily.
Diventando Ambasciatore potrai partecipare a momenti di promozione, diffusione e valorizzazione delle esperienze maturate grazie a Study in Sicily.

Eventi in presenza o video messaggi, interviste, webinar, saloni dello studente…sono tantissime le occasioni in cui verrai coinvolto se avrai voglia.

Entrerai a far parte di una rete di studenti Ambasciatori e ne conoscerai tanti altri grazie alle opportunità di promozione cui potrai partecipare.
La condivisione è un valore e noi siamo certi che avrai piacere di raccontare i successi che avrai raggiunto partecipando a Study in Sicily.


Scrivi a studyinsicily@indire.it per avere maggiori informazioni

La Rete degli Alumni è una grande opportunità. È un network sociale e professionale che ti permetterà di scambiare idee, di consolidare rapporti, di scoprire risorse.

La rete è anche un piccolo tesoro del progetto Study in Sicily, è la voce che convalida la forza dell’esperienza di studio e di tirocinio in Sicilia.

Scrivi a studyinsicily@indire.it per entrare a far parte della rete degli Alumni Study in Sicily.

Study in Sicily è rivolto agli studenti internazionali interessati alle opportunità che offre la Sicilia nell'istruzione superiore.

Con la partecipazione di